ETFplus.net SPDR ETFs
 Newsletter XII, anno XI, dalla redazione di ETFplus.net
Edizione del 18 Agosto 2015
 Il mercato ETFplus si accresce di tre nuovi prodotti a reddito fisso

iShares, piattaforma Etf di BlackRock, ha ampliato la propria offerta obbligazionaria disponibile su Borsa Italiana, quotando tre nuovi prodotti obbligazionari a replica fisica ottimizzata.
La quotazione di questi nuovi Etf rientra nell’ambito di una strategia volta a offrire agli investitori nuovi strumenti per creare portafogli personalizzati, al fine di perseguire gli obiettivi d’investimento, cercare di generare rendimenti più elevati mediante l’esposizione al segmento obbligazionario high yield su scala globale, acquisire esposizione al potenziale di crescita dei mercati emergenti con copertura valutaria, e consentire un accesso specifico al segmento dei corporate bond denominati in euro con rating investment grade o sub-investment grade.

iShares Global High Yield Corp Bond Ucits Etf (Isin: IE00B74DQ490, ticker: HYLD) ha un Ter annuo dello 0,50% e prevede la distribuzione semestrale dei dividendi. Mira a replicare la performance del Markit iBoxx Global Developed Markets Liquid High Yield Capped Index Trn (Bbg code: IBXXGH11), un indice che offre una rappresentazione bilanciata del mercato corporate ad alto rendimento dei paesi sviluppati, su scala globale, utilizzando le obbligazioni societarie ad alto rendimento più liquide disponibili, mantenendo l'idoneità alla normativa Ucits.
Le obbligazioni devono avere una scadenza massima residua, all'emissione, pari a 15 anni, una scadenza minima di 1,5 anni per le nuove obbligazioni inserite, e di 1 anno per quelle già presenti nel paniere dell'indice. A fini della diversificazione, il peso massimo di ciascun emittente nell'indice è fissato al 3%.

iShares J. P. Morgan $ EM Bond Eur Hedged Ucits Etf (Isin: IE00B9M6RS56, ticker: EMBE), con un Ter annuo dello 0,50%, offre un'esposizione ai titoli obbligazionari Sovereign e quasi-Sovereign dei mercati emergenti denominati in dollari americani, e distribuisce i dividendi con cadenza mensile. L'Etf implementa una copertura valutaria con l'obiettivo di ridurre l'impatto delle oscillazioni dei tassi di cambio tra la valuta di base del fondo e la valuta dei titoli che costituiscono il paniere dell'indice di riferimento.
Il J.P.Morgan Embi Global Core Index Trn (Bbg code: JPEIHDEU), include solo le obbligazioni con una scadenza residua minima di 2 anni, al momento dell'inclusione, e con un ammontare minimo di capitale in circolazione di 1 miliardo di dollari. L'indice prevede una copertura mensile, effettuata attraverso un contratto forward a un mese sul Forex, per ridurre l'esposizione all'impatto delle oscillazioni valutarie tra l'euro e il dollaro americano.

iShares Euro Corporate Bond BBB-BB Ucits Etf (Isin: IE00BSKRK281, ticker: IEBB) ha un Ter annuo dello 0,25% e prevede la distribuzione semestrale dei dividendi. Mira a fornire una rappresentazione di obbligazioni societarie a tasso fisso e variabile denominate in euro, con rating BBB, BB o equivalente (ovvero, comprese fra la sezione inferiore del segmento investment grade e quella superiore del segmento sub-investment grade).
Il benchmark, l’indice Markit iBoxx EUR Corporates BBB-BB (5% Issuer Cap) Trn (Bbg code: IBXX011T), offre esposizione a obbligazioni societarie denominate in euro che, al momento dell’inclusione, presentavano un rating di credito compreso fra BBB+ e BB- (inclusi), sulla base della valutazione del fornitore dell’indice, che utilizza la media dei rating espressi dalle agenzie di rating creditizio Fitch, Moody’s e S&P.




SPDR ETFs

  State Street Global Advisors espande la sua offerta nel Real Estate con un nuovo Etf

State Street Global Advisors (SSGA), la divisione di asset management di State Street Corporation, ha recentemente annunciato il lancio dello Spdr Ftse Epra Europe ex Uk Real Estate Ucits Etf (Isin: IE00BSJCQV56, ticker: ZPRP).
Il fondo, quotato sullo Xetra di Deutsche Börse in euro, replica il Ftse Epra/Nareit Developed Europe ex Uk Index (Bbg code: REXUK), detenendone tutti i titoli e coi medesimi pesi percentuali, ha un Ter annuo dello 0,30% e capitalizza i dividendi.
L’indice di riferimento, che fa parte del Ftse Epra/Nareit Developed Index (Global), riflette l’andamento di società immobiliari operative quotate (REOCs) e Trust d’investimento immobiliari (REITs) attivi nel settore Real Estate europeo, con esclusione del Regno Unito.

Francesco Lomartire, SPDR ETFs Sales Specialist per l’Italia e il Ticino, ha commentato: “Con un ampio programma di quantitative easing ancora in essere in Europa, assistiamo a un ritorno degli investitori verso rendimenti stabili, potenziale di protezione contro l’inflazione e diversificazione, che un investimento nel settore immobiliare può offrire. Il nostro fondo offre agli investitori uno strumento conveniente e liquido per accedere a un’allocazione diversificata e focalizzata nel settore immobiliare, che è generalmente un segmento di mercato difficilmente accessibile”.

Sudir Raju, managing director, Exchange Traded Product (ETP) Relationships di FTSE Russell, ha dichiarato: “Dato che gli investitori continuano a diversificare la loro esposizione nelle asset class ad alto reddito, le società quotate del segmento immobiliare rappresentano ancora un’interessante fonte di rendimenti. Gli indici FTSE EPRA/NAREIT sono considerati benchmark standard nel settore, e costituiscono un modo per accedere direttamente al mercato immobiliare. Siamo molto soddisfatti del fatto che l’indice Ftse Epra/Nareit Developed Europe ex Uk sia utilizzato da SSGA come sottostante per il suo nuovo Etf europeo”.

Gli SPDR ETFs oggi disponibili in Europa sono 75. Quest'ultimo lancio fa seguito a quello di nove Etf settoriali azionari statunitensi nel mese di luglio.
I fondi completano la gamma di SSGA nel settore immobiliare, che comprende lo Spdr Dow Jones Global Real Estate Ucits Etf.


 Nuovi record di afflussi per gli Etf ed Etp in Europa

Gli Etf e gli Etp (Etc ed Etn; ndr.) quotati in Europa stanno raccogliendo nuovi capitali netti (Nna) il 13% più velocemente rispetto agli anni precedenti, secondo gli ultimi dati calcolati e diffusi da ETFGI.
Un livello record di 48,4 miliardi di dollari in Nna è stato investito, infatti, negli Etf/Etp europei nei primi sette mesi dell’anno, superando il precedente primato di 42,9 miliardi, messo a segno nello stesso periodo del 2014.
Parimenti, l’industria, a livello globale, ha raccolto 199 miliardi di dollari in Nna, oltrepassando il precedente record di 164 miliardi del gennaio-luglio 2014.

Alla fine di luglio, l’industria degli Etf/Etp in Europa contava 2.135 prodotti quotati (single listed, che salgono a 6.534 considerando anche i cross-listing), con asset complessivi per 504 miliardi di dollari, emessi da 50 diversi fornitori e listati su 25 distinte Borse in 21 paesi, secondo il preliminare “ETF and ETP Global Insights” report di ETFGI per il mese di luglio 2015.

“L’indice S&P 500 ha chiuso in rialzo del 2% nel mese di luglio, e del 3% nei primi sette mesi dell’anno. Nonostante le incertezze degli investitori sulla Cina e la Grecia, durante il mese di luglio questi hanno continuato a investire significativi nuovi capitali in Etf azionari”, ha commentato Deborah Fuhr, managing partner di ETFGI.

Nel solo mese di luglio, in Europa, i nuovi capitali netti degli Etf/Etp sono stati pari a 8,4 miliardi di dollari, così distribuiti, tra le principali asset class: 6,9 sull’azionario (di cui quasi 5 miliardi su titoli europei) e 2,1 sul reddito fisso (di cui oltre 1 miliardo su bond governativi e 900 milioni su corporate bond), con le commodity che hanno accusato deflussi per 1,1 miliardi (trascinate dai metalli preziosi, e con la sola componente Energy in positivo).



Nota: riceve questa Newsletter in quanto utente registrato del sito www.ETFplus.it o www.ETFplus.net
Se ha difficoltà nella visione della presente email, può scaricare la newsletter dal seguente Url: http://www.etfplus.net/servizi_newsletter.php
Se non desidera più ricevere questi comunicati da parte della redazione, è pregato d'inviare una email a: cancellazione @ etfplus.it (senza gli spazi), utilizzando l'account di posta elettronica con cui si è registrato, con oggetto: "revoca iscrizione".

Si rammenta che la suddetta cancellazione implica la rimozione completa dei suoi dati dal nostro database, impedendole di fatto il futuro accesso alle aree protette del sito web www.ETFplus.net


© 2015 - ETF Consulting Srl - All rights reserved - Gruppo MondoHedge Srl