» dimenticato la password?
  
 

MondoETF è un mensile in abbonamento che offre un dettagliato aggiornamento sull'industria italiana ed europea degli ETF ed ETC/ETN, con analisi, ricerche, interviste e spunti operativi dagli esperti del settore.

 
Gennaio 2015 (Anno VI - Nr. 54)


copertina

Nel 2014 è continuato senza sosta il trend di crescita del mercato degli Etp. In Italia la raccolta netta ha raggiunto i 7,7 miliardi di euro, stabilendo così un nuovo primato storico, con undici mesi su dodici di flussi positivi.
Il patrimonio depositato in Monte Titoli è cresciuto nel corso dell'anno sia per gli Etf (+38% a quota 34,3 miliardi di euro) che per le Etc/Etn (+44% a quota 2,7 miliardi di euro), mentre il numero dei prodotti quotati su Borsa Italiana è arrivato a 922 a fine dicembre (pag. 6). Con l'ingresso di Source e Société Génerale sul mercato degli Etp italiani, sono saliti a 13 gli emittenti, diventati già 14 nei primi giorni di gennaio 2015 con la quotazione di sei Etf da parte di WisdomTree Europe.
Da questo mese, MondoETF si arricchisce di una nuova rubrica dedicata all'analisi dei flussi mensili sul mercato degli Etp in Europa, forniti da Deborah Fuhr, managing partner di ETFGI, da cui emerge che l'anno appena concluso ha visto afflussi record anche tra gli Etp europei, per complessivi 62 miliardi di dollari. A raccogliere il maggiore interesse sono stati i prodotti azionari con 35,3 miliardi di dollari, seguiti da quelli obbligazionari a quota 25,1 miliardi di dollari. Annata negativa, invece, per gli Etp sulle materie prime, che hanno accusato deflussi per 665 milioni di dollari (pag. 4).
Dal confronto con gli emittenti, Deutsche Asset & Wealth Management rivela come il 2014 sia stato caratterizzato dal forte interesse degli in-vestitori verso il mercato azionario americano, testimoniato dal superamento da parte del loro nuovo Etf fisico sull'Msci Usa (lanciato a luglio, con un Ter di 7 bps) della soglia del miliardo di dollari amministrato, grazie anche al rafforzamento del dollaro sull'euro (pag. 10). Questo trend a stelle e strisce potrebbe proseguire anche nel primo semestre del 2015, come sostiene una ricerca elaborata da Standard Chartered (pag. 22).
Dal punto di vista dei consulenti indipendenti, Lupotto & Partners mette in luce come gli Etp siano ancora più utilizzati nei portafogli medio-piccoli, mentre per quelli di maggiori dimensioni sono preferiti gli investimenti diretti (pag. 12).
Sul dibattito tra gestione attiva e passiva, infine, State Street ha condotto uno studio per fare chiarezza su quali elementi debba considerare un investitore quando valuta l'allocazione nelle obbligazioni di paesi emergenti in valuta locale (pag. 20).

Marco Ciatto
Editoriale Primopiano Primopiano Intervista
L’industria degli Etp segna nuovi record Dicembre è stato il mese degli Etp obbligazionari, capitanato da corporate e titoli di Stato Borsa Italiana registra nuovi record storici di masse e afflussi sull’ETFplus Deutsche AWM, consolida la seconda posizione tra gli Etf provider europei
News News Etc Area del mese
Gli Etf trovano maggior impiego nei portafogli medio-piccoli, grazie alla diversificazione offerta Le ultime notizie dall'industria europea Il tuo gestore di bond emergenti in valuta locale sta sottoperformando il mercato? Cosa succede al comparto dei bond High Yield?
Area del mese Settore del mese

Grafici e tabelle

Grafici e tabelle
Le previsioni sul mercato forex per l’anno 2015 Sulla crescita dell’Est Europa pesa l’incognita del sistema bancario russo L’impatto del rialzo dei tassi d’interesse sul Real Estate Dati sul mercato italiano ed europeo degli Etp
I rendimenti e le schede analitiche degli Etp



 

copyright 2004 - 2017 - MondoInvestor S.r.l.

crediti
Via Vittor Pisani, 22 - 20124 - Milano 
Cod. Fiscale, P.IVA e nr. Reg. Imprese di Milano 13228870153 – REA N° MI- 1631083
RSS Avvertenze Diritto d'autore Informativa Mappa