TrackInsight
 
» dimenticato la password?
  
 

MondoETF è un mensile in abbonamento che offre un dettagliato aggiornamento sull'industria italiana ed europea degli ETF ed ETC/ETN, con analisi, ricerche, interviste e spunti operativi dagli esperti del settore.

 
Aprile 2016 (Anno VII - Nr. 68)



Se fino a qualche anno fa gli investitori retail utilizzavano per lo più i fondi comuni d’investimento e i BoT e BTp, per avere accesso al mercato del reddito fisso, nei loro portafogli si fanno sempre più presenti i bond Etf. Una tendenza che si sta allargando in maniera crescente anche agli operatori istituzionali, come dimostrano l’incremento delle masse e dei flussi appannaggio di questi strumenti.
MondoETF ha organizzato un workshop sui bond Etf all’interno del Salone del Risparmio, con alcuni dei primari emittenti presenti su Borsa Italiana, e la grande partecipazione ricevuta ha dimostrato l’interesse per questo tema, che troppo spesso rimane all’ombra dell’azionario.
Simone Rosti, responsabile UBS ETF Italia, ha sottolineato come esistano diversi aspetti che rendono allettante l'investimento in Etf sul reddito fisso: il basso livello dei costi, l'efficienza dimostrata nel tempo da questi prodotti e una certa delusione degli investitori per i risultati conseguiti dai gestori attivi rispetto al loro benchmark.
Secondo Marcello Chelli, referente per gli Etf di Lyxor in Italia, gli Etf consentono un'elevata diversificazione con un singolo trade, senza la necessità di dover fare il rolling dell'acquisto dei bond una volta che essi siano giunti a scadenza, e questo è solo uno dei tanti motivi del loro successo.
Analizzando alcune specifiche asset class, Vincenzo Sagone, head of ETF & Indexing Business Unit di Amundi Sgr, ha evidenziato che, considerando solamente i titoli con un rendimento positivo, la suddivisone del mercato obbligazionario europeo tra 1 e 5 anni è composta per il 2% da titoli di Stato di paesi core, per il 10% da bond governativi periferici e per l’88% da obbligazioni corporate e high yield.
L’high yield americano è quello che presenta le maggiori opportunità, secondo Fabrizio Palmucci, Fixed Income specialist di Source, così come il debito emergente, segnalato da Giancarlo Sandrin, head of Asset Management Clients di iShares, soprattutto differenziando tra l'esposizione in dollari, e quella in local currency.
Infine, Mauro Giangrande, head of Passive Distribution for Southern Europe di Deutsche AM, evidenzia l’interesse per gli Etf su bond inflation linked, che si differenziano dalle obbligazioni tradizionali per la loro duration inferiore, in quanto il loro prezzo dipende, oltre che dal tasso d'interesse, anche dall'inflazione attesa.

Marco Ciatto
Editoriale Primopiano Primopiano Intervista
Il mercato del reddito fisso sta cambiando Nuovo record, a marzo, per l'industria europea degli Etf ed Etp, grazie agli afflussi in bond Come usare strumenti passivi, quali gli Etf, in maniera attiva WisdomTree spicca per gli Etf smart beta e gli Etp S&L di Boost
News Area del mese Area del mese Settore del mese
Le ultime notizie dall'industria italiana ed europea
degli Etf ed Etp
La European ETF Survey 2015 di EDHEC rivela nuovi driver di crescita per il mercato Come sfruttare con gli Etf la ripresa del settore petrolifero Investimento tattico o di lungo periodo con le Etc long, short e a leva sull’oro nero
Grafici e tabelle  

 

 
I rendimenti e le schede analitiche degli Etf      





 

copyright 2004 - 2017 - MondoInvestor S.r.l.

crediti
Via Vittor Pisani, 22 - 20124 - Milano 
Cod. Fiscale, P.IVA e nr. Reg. Imprese di Milano 13228870153 – REA N° MI- 1631083
RSS Avvertenze Diritto d'autore Informativa Mappa